mercoledì 15 settembre 2010

l'orrore scenico perde tutta la comicità (ed io mi chiedo perchè)



Sono andata avanti per molto tempo credendo che la voce dei Verdena fosse femminile, ma alla fine avevo solo 13 anni o giù di lì.
Comunque stasera non mi va di uscire, sto male e mi sono abrasa (spero sia la giusta coniugazione del verbo "abradere") la punta della lingua con il dentifricio o forse lo spazzolino, ma mi dicono sia una cosa che "succede".
L'espressione "succede" non la tollero.

Oggi mi hanno tolto i punti e mi fa male, tira e sanguina ancora. Scommetto che quel tizio ha zappato la terra fino all'altro ieri e non gli farebbe male continuare a farlo, chè oltretutto è un mestiere che nobilità più dello stare dalle 9 alle 11 a smanettare con forbicine e pinzette. So farlo meglio io, inetto.

Oggi è vuoto, al mattino mi innervosisco e alla sera mi incazzo perchè non avrei voluto farlo, tratto male le persone, lavoro due ore e sono già stufa - stufa marcia dell'ambiente, della gente, di quello che faccio o va' a sapere cos'altro -. Dormo tutto il pomeriggio, resto rincoglionita fino a domani a quest'ora, mi viene il mal di stomaco e poi mi brucio la lingua.
Mi auguro non sia questa la routine che mi si prospetta davanti, me lo auguro di tutto cuore.

E mentre faccio un uso sconsiderato di questo blog sto odiando la caducità, e ho paura.

5 commenti:

  1. intervento di chirurgia minore, assolutamente nulla di che.

    RispondiElimina
  2. pensavo fossero le tonsille.

    RispondiElimina
  3. Quelle che certe persone hanno al posto delle gonadi? :°
    E tra l'altro, la tonsillectomia è chirurgia minore.

    RispondiElimina
  4. si ma come tu ben sai, una semplice tonsillectomia può condurre in alcuni casi a otolaringostenogoriasi, provocata da una semplice infezione del cavo strobofenico in seguito all'insorgenza di efimosi sul palato molle.

    RispondiElimina
  5. E quindi ti hanno asportato la prostata? Che storie.

    RispondiElimina